L’opposizione galatinese contro Sindaco e Vicesindaco: è il momento di pensare alla Città e mettere fine ai disastri politici

lorologioPer mesi  sui giornali, in piazza, nei Consigli Comunali e per ultimo anche sul manifesto pre-natalizio ( il cui titolo “sveglia” appare oggi profetico) il vicesindaco Roberta Forte e il suo fido sindaco Mimino Montagna in modo arrogante e saccente, ci hanno continuamente ripetuto che su  Galatina non si sarebbe abbattuta la scure dell’ecotassa. Naturalmente questo risultato era dovuto grazie al loro lavoro e  alla loro dedizione e competenza.

E, invece,  con determina del dirigente del settore ambiente della Regione Puglia numero 005 del 13 gennaio 2015 è stato sancito l’esatto contrario di ciò che con tanta supponenza e tracotanza Sindaco e Vice hanno sempre dichiarato. I cittadini di Galatina pagheranno l’ecotassa.

Il fatto in se è gravissimo. Dopo i tanti sperperi in feste, incarichi e contributi ad amici e parenti, l’ecotassa darà il colpo di grazia all’economia di questo povero e martoriato paese. E’, però,  ancor più grave  l’imbroglio perpetrato ai danni dei cittadini. Non ci sono vie d’uscita,  o dicono bugie oppure non sanno di cosa parlano. In un caso o nell’altro è evidente la totale inadeguatezza a svolgere il ruolo che ricoprono.

 E’ inaccettabile!

A tutto ciò, come se non bastasse, si aggiungono le autorevoli dichiarazioni dell’Assessore Regionale Nicastro che confermano che  il famoso impianto di compostaggio, che chissà per quali oscure ragioni Galatina chiede a favore di Soleto, è e resterà nei libri dei sogni di questa Amministrazione e nelle tante chiacchiere di Roberta Forte.

Dopo l’onta del commissariamento, per inerzia, di Mimino Montagna dall’Aro 5 le responsabilità di questo scempio  sono evidenti e a nulla varrà, nel gioco dello scaricabarile, la bugiarda "verità" di un Sindaco che nulla sa e nulla dispone. Queste favolette le abbiamo già ascoltate mille volte ed hanno ormai  perso il potere soporifero nei confronti di una Città che guarda, attonita, sciuparsi ogni possibilità di rinascita.

Sarebbe, invece,  auspicabile che il Partito Democratico, in particolare nella figura politica del vicesegretario regionale Sandra Antonica e le persone perbene e sinceramente motivate ( che ci sono in questa Amministrazione quali ad esempio  il dottore Baffa, il dottore Galante, gli avvocati  Sabella e Tempesta…)  invece di affannarsi , per spirito di appartenenza, a difendere l'indifendibile prendessero posizione e   ammettessero il tracollo  di questa Amministrazione .

E’ il momento di pensare alla Città fattivamente e costruttivamente. Occorre mettere fine ai disastri politici economici e sociali in cui stanno trascinando Città e cittadini. Siete ancora in tempo, fermateli, bloccateli,con le buone o con le cattive. Non rendetevi corresponsabili, la vostra è ancora un immagine politica pulita, non fatevi trascinare nel  fallimento dagli incompetenti e dagli arrivisti.

Udc, Forza Italia, Psi, La puglia prima di tutto, Azione e Rinnovamento, lista gervasi, Fratelli d’italia, Ncd

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Commenti  

+6 #1 ignavi 2015-01-18 10:10
Sono tanti e tali i danni causati alla città ed altrettanti i dubbi di legittimità sugli atti amministrativi, che una opposizione seria sino ad ora li avrebbe già appesi ad un chiodo. ..il chiodo della legge e delle loro responsabilità.
Ma così non è, per cui non posso che annoverarvi con disgusto IGNAVI.

TPL_BEEZ5_ADDITIONAL_INFORMATION

Ambiente, veleni, tumori nel Salento. Noha 8 gennaio 2014

sbv-stagione-2014
intervalla-insanie-banner banner-musicalbox-live-390-archivio-videoterzo-settore-bannermangia-come-parli

ditutto

net-ability

numero-verde-acool-galatina