L’Assessore Forte interviene sull’ecotassa: basta strumentalizzazioni e falsità

Roberta-ForteTanta confusione sulle modalità di applicazione dell'ecotassa genera inevitabilmente sterili strumentalizzazioni e infondate accuse di falsità. La L. R. 38/2011 ha stabilito l'ammontare dell'ecotassa sui rifiuti conferiti in discarica da applicare, a partire da gennaio 2014, ai Comuni che non raggiungano almeno il 40% di raccolta differenziata, da calcolarsi sui dati di raccolta dell'anno precedente a quello dell'applicazione del tributo.

Solo per il 2014, anno di avvio, la Regione Puglia ha esonerato dal pagamento dell'ecotassa i Comuni che, pur non avendo raggiunto il 40% di differenziata nel periodo di riferimento luglio 2012 – giugno 2013, abbiano dimostrato a giugno 2014 un incremento di almeno il 5% rispetto al 2013.

Il Comune di Galatina, grazie all'avvio del sistema porta a porta, è riuscito a dimostrare un incremento dell'8%, raggiungendo il 24% di differenziata rispetto al 16% di partenza, che ha prodotto come risultato l'esonero  dell'ecotassa prevista per l'anno 2014, come pubblicamente risulta dalla determina dirigenziale della Regione Puglia n. 18 del 15.1.2015.

Quindi con giusta soddisfazione abbiamo festeggiato un risultato, relativo all'anno 2014, che ha mantenuto le promesse fatte, confortati dai dati in nostro possesso del sicuro raggiungimento dell'incremento richiesto.

La Regione Puglia, invece, per l'applicazione dell'ecotassa per il 2015 non ha previsto alcuna agevolazione rispetto al raggiungimento della soglia del 40%, da calcolare sui dati di raccolta conseguiti tra giugno 2013 e luglio 2014, che quindi non potevano che esser identici a quelli già comunicati per l'esonero dell'anno prima.

E' in quest'ultimo caso, infatti, che confermando la media del 24% circa, siamo tra i 97 Comuni della Provincia di Lecce, cioè praticamente tutti, costretti a pagare l'ecotassa per il 2015.

Il vero problema a questo punto è un problema di carenza di previsione di impianti regionali che consentano di smaltire e differenziare anche l'umido in appositi impianti di compostaggio, senza i quali raggiungere le percentuali del 40% è pura fantasia.

Per questo motivo, stiamo insistendo per l'avvio del procedimento che porti alla realizzazione di un impianto di compostaggio nel nostro bacino, dopo aver verificato, come ARO 5, l'inesistenza anche di impianti che consentano la messa in riserva della frazione organica per trasportarla cumulativamente in impianti presenti nel barese o ai confini della nostra Regione.

Per tale motivo continueremo a potenziare ed implementare la pratica del compostaggio domestico, pur consapevoli che solo la possibilità di smaltire l'umido in maniera adeguata a tutto il territorio rappresenti la soluzione per il raggiungimento di ben oltre il 40% di raccolta differenziata.

Sino ad allora la Regione Puglia, se continuerà a pretendere il pagamento dell'ecotassa, pur consapevole della mancanza di impianti, opererà un ingiusto sopruso nei confronti dei cittadini pugliesi.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Commenti  

+6 #1 lorella 2015-01-18 08:21
Forte assumiti le tue gravi responsabilità non solo per il pagamento dell'ecotassa.N ella vita a volte bisogna fermarsi e dire a se stessi non sono in grado.Liberatec i dallo scempio totale se ate la nostra città ridateli la dignità andandovene.
0 #2 lagrammatica 2015-01-18 08:59
All'italiano sallo scriverLo.
+7 #3 mariolino 2015-01-18 09:10
L'ecotassa che Galatina pagherà cara Forte sarà propio quella del 2014 perché la determina dirigenziale fa riferimento al bilancio dello scorso anno che la regione ahimè sta riformulando... ..e tu lo sapevi molto bene che Galatina non sarebbe mai stato un comune virtuoso.Quin di Forte smettila di perseverare con le bugie raccogli i capricci e libera Galatina dalla tua vista e oprato
+8 #4 Maurizio M. 2015-01-18 09:37
Egregia Ass. Forte, il suo arrampicarsi sugli specchi e non ammettere di aver fallito, mi fa capire quanto sia marcia la politica. Ovviamente non da le dimissioni, unico atto con il quale sarebbe uscita a testa alta, per questioni di potere e di denaro. Peccato che una donna colta come lei non abbia ammesso i suoi errori e continui a prenderci in giro. Ora cittadini, rimboccatevi le maniche, e prepariamoci a questo nuovo rincaro della tassa sui rifiuti. In questo momento la Rabbia mi porta a dire solo una cosa:VERGOGNA!
+2 #5 cittadino 2015-01-18 11:16
Cara assessore Forte mi spieghi il perche ogni sabato " giorno di raccolta dell' indifferenziato"
gli operatori della c.s.a. raccolgono anche carta-cartone plastica morbida- vetro e soprattutto l'organico ? Attendo una sua risposta! Grazie!
+6 #6 Bugia 2015-01-18 15:41
Chiedo al direttore di pubblicare i precedenti articoli della forte quando non ricordo con chi litigava o con la sua forte saccenza sbandierava percentuali di differenziata a m--chia. Ora forte siamo scesi al 24, con[*] che quello che sostenevi prima era puramente bugia politica che in questo paese sono sempre ammesse. VAI VIA PER CORTESIA ABBI ALMENO LA DIGNITA DI AMMETTERLO, dimenticavo questi politici essendo anche molto presuntuosi non stanno ad ascoltare i consigli. La regione di sinistra del caro compagno che pensa solo a stare a Roma non ha fatto in 10 anni l impianto di compostaggio ma per favore.........
+5 #7 Bugia 2015-01-18 15:45
Dimenticavo melpignano come è tra i comuni virtuosi senza che in Regione Puglia ci sianoimpianti di compostaggio.
+5 #8 Michela 2015-01-18 15:48
Indovinello: chi era il figlio di Giuseppe falegname che fini ...... Non in croce ma .......nella bocca della balena . A chi risponde in modo esatto in palio c'è una forte e grande ecoballa
+3 #9 Max 2015-01-18 18:38
Gentili lettori, non avevamo ancora capito, (purtroppo), che era tutto previsto e studiato già da qualche anno l'epilogo che ora ci tocca affrontare... Tra regione ed i vari comuni c'è sempre stato un vero e proprio complotto ai danni di tutti, finalizzato a prendere un po' di tempo, e carattrrizzato, nel frattempo, dal racconto di grandi fandonie. Solo che ora i nodi sono venuti al pettine ... ed anche le grandi castronerie come le scuse a scarica barile tipiche della politica dei nostri giorni... Poveri noi...
+3 #10 Bugiarda 2015-01-18 18:40
Si cara dottoressa lei è una Bugiarda e chiederei a dei Legali che leggono tale Blog se è possibile intentare una causa contro di Lei e contro l'amministrazio ne per la presa in giro che continuate a perpetrarci!!! e' giunta l'ora che qualcuno si prenda le sue responsabilità e PAGHI con i soldi suoi però no con quelli di noi cittadini!!!
CLASS ACTION contro FORTE diamo vita a questo se abbiamo le [*] cittadini e cosi vediamo se finisco per prenderci per il C U L O !
0 #11 senzapadroni 2015-01-18 21:15
Consiglio alla redazione di cancellare l articolo perché il governo cittadino che da sempre difende sta facendo una brutta figura in questo momento.
0 #12 anarchia 2015-01-19 02:01
Meglio soli che male accompagnati. Di sicuro i cittadini saprebbero autodeterminars i sindaco l ennesimo fallimento state li solo per distribuire incarichi ed assunzioni. Se quello che è pure scritto sui manifesti è vero ci stAte solo rovinando vi prego non fate altri danni andate via

TPL_BEEZ5_ADDITIONAL_INFORMATION

Ambiente, veleni, tumori nel Salento. Noha 8 gennaio 2014

sbv-stagione-2014
intervalla-insanie-banner banner-musicalbox-live-390-archivio-videoterzo-settore-bannermangia-come-parli

ditutto

net-ability

numero-verde-acool-galatina