Segni di ripresa per la S.B.V. Galatina nonostante la sconfitta a Castellana

sbv azione 1Risalita interrotta per la Salento Best Volley che si è presentata al PalaGrotte di Castellana, dopo la buona prova fornita a Copertino, con il morale lievitato ed una classifica meno asfittica. Elementi che però non sono bastati per imprimere una svolta decisiva al percorso dei blu-azzurri del presidente Panico che hanno giocato una gara volenterosa, forse oltre misura nella componente agonistica, fallendo in tutti e tre i finali dei set il sorpasso.

E dire che la prestazione nella sua globalità non è dispiaciuta nonostante una formazione inaspettata che mister Baldari ha messo in campo; ha affidato infatti la regia al giovane Davide Giannotta e il posto quattro a PierFrancesco Persichino che ha affiancato nella medesima posizione Carlo De Lorentis. Per il resto tutto come preventivato; Riccardo De Lorentis opposto, Giaccari e Di Zanno centrali, Apollonio nel ruolo di libero.

A parte la solita dose di battute sbagliate, si è vista una buona difesa ed una ricezione con percentuali di positività soddisfacenti che però non hanno consentito di dare una svolta alla gara.

In tutti e tre i set la partenza lanciata ha prodotto dei break importanti a nostro favore (fino ad un +6) che lasciavano prevedere risvolti positivi ma, puntualmente, gli avversari azzeravano il divario, con ripetuti attacchi di “mani e fuori” che non venivano contenuti da una corretto posizionamento del muro .

Gli errori dei ragazzi della SBV si condensavano nelle fasi finali  dei set con punteggi continuamente altalenanti(21-22 e 23-22) con attacchi molto più sanguigni che razionali. La facile lettura della distribuzione di Giannotta prima e Calò poi, che puntualmente ignoravano i nostri centrali, da parte degli avversari chiudevano le frazioni di gioco a favore dei padroni di casa lasciando un rammarico nel gruppo galatinese.

Il 3 -0 incassato con punteggi a 18, 22 e 23 non è sicuramente lo specchio dei valori espressi in campo e della prestazione offerta che rimane , unitamente a quella di Sammichele di Bari, una gara positiva per impegno e capacità d’approccio .

C’è da chiedersi (e questo è un interrogativo del redattore) se il sacrificio di Giaccari in un ruolo(centrale) per lui oramai desueto sia  da rivedere ,e se l’alternativa per sfruttare le sue doti non risieda in una collocazione nel posto quattro.

Vero è che l’assunzione di tale posizione richiede la conoscenza di un fondamentale a cui Federico non è avvezzo per via dei suoi ruoli ricoperti fino ad oggi(centrale ed opposto) ,ma rischiare una ricezione a due potrebbe dare come contropartita un potente attaccante di banda in grado di “passare” sul muro avversario.

E’ solo una mia divagazione: al tecnico naturalmente ogni decisione.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Commenti  

0 #1 teocoli 2014-12-23 16:33
Disonorevole articolo....in questa società le persone non si smentiscono mai......presun tosi e patetici.
0 #2 notaro 2014-12-23 16:48
Tutti allenatori!!

TPL_BEEZ5_ADDITIONAL_INFORMATION

Ambiente, veleni, tumori nel Salento. Noha 8 gennaio 2014

sbv-stagione-2014
intervalla-insanie-banner banner-musicalbox-live-390-archivio-videoterzo-settore-bannermangia-come-parli

ditutto

net-ability

numero-verde-acool-galatina