Strict Standards: Declaration of AceSEF_com_contact::catParam() should be compatible with AcesefExtension::catParam($vars, $real_url = NULL) in /home/inondazigo/www/galatina2000/administrator/components/com_acesef/extensions/com_contact.php on line 247
Vergogna! Lettera aperta di Anna Onesimo - Lettere al Direttore - Galatina2000 - Quotidiano Indipendente di Galatina e del Salento

Vergogna! Lettera aperta di Anna Onesimo

immigratiE’ l’ultimo tweet di Papa Francesco, che, inutile dirlo, sottoscriviamo in pieno tutti. Ma la domanda successiva che mi viene in mente è: chi deve vergognarsi? E per quale delle innumerevoli mancanze che hanno portato al verificarsi della tremenda strage di migranti verificatasi sulle coste della Sicilia?
94 morti accertati, uomini, donne, bambini; una tragica fine di un viaggio intrapreso in condizioni neanche umane, neanche bestiali, alla ricerca di una vita migliore e che quelle vite ha troncato… ci saranno da qualche parte dei responsabili, ci devono essere, mi rifiuto di pensare a cose tipo l’ineluttabilità del fato, il destino o la volontà di Dio!

Nessuna divinità, per quanto tribale e crudele può esigere un tale tributo di vite (a parte forse il dio denaro), piuttosto gli uomini, con le loro miserie (e per miserie non intendo povertà) sono gli unici capaci di arrivare a tanto. La colpa è sicuramente degli scafisti, che conducono malamente quei barconi non certo di ultima generazione, e non hanno il compito di portare i loro “ospiti” vivi a destinazione, ma sono gli ultimi manovali di una catena di interessi di ben altre persone che specula e lucra sia sui disperati che intraprendono questi viaggi a cifre astronomiche che su, appunto, questi scafisti; la responsabilità è anche dei motopescherecci che sono passati accanto a questo barcone e non hanno prestato soccorso “perché non hanno visto” (o perché hanno fatto finta di non vedere) ma come dargli torto, visto che altri loro colleghi sono finiti in grossi guai con la legge per aver prestato soccorso in passato a dei migranti? Secondo il sindaco di Lampedusa la colpa è della legge Bossi-Fini, una legge crudele e vessatoria che limita quella che è una delle virtù umane (e nel nostro caso cristiane) migliori e cioè la carità e quindi qui il Santo Padre ha ben ragione ad intervenire (l’avessero fatto i suoi predecessori con altrettanto vigore!); la colpa secondo il ministro dell’interno l’on.Alfano è dell’Europa che in tutto questo volta il capo dall’altra parte e non interviene in aiuto dell’Italia in questa spinosa questione, mentre non perde un’occasione per intervenire in tutto il resto. E noi italiani, e soprattutto noi meridionali, ci troviamo a dover fronteggiare una situazione di emergenza quotidiana, con pochi mezzi, con le braccia di tutti gli uomini e donne di buona volontà (come il pescatore che ha individuato il relitto con l’ecoscandaglio della sua barca, il carabiniere che si è buttato in mare per salvare un migrante, i volontari che sono intervenuti in aiuto dei naufraghi ed abbiamo visto piangere per la commozione ed il dispiacere). Come uscirne? La soluzione non c’è perché il circolo vizioso creato dalle situazioni estreme come le guerre civili che ci circondano nei paesi che si affacciano sul mediterraneo e quelle anche più lontane sembra indistruttibile, perché è troppo ingente il “volume d’affari” che ruota intorno a tutto questo e noi siamo troppo piccoli per poterlo comprendere, individuare e rompere. Non ci resta che rimboccarci le maniche e darci da fare per aiutare queste persone (perché sono persone, non dimentichiamolo mai) e smetterla di invidiare, forse, quei paesi europei così “civili” così “ordinati” che hanno costruito la loro civiltà ed il loro ordine sul sudore e le lacrime di noi italiani e di tanti di questi migranti.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TPL_BEEZ5_ADDITIONAL_INFORMATION

Ambiente, veleni, tumori nel Salento. Noha 8 gennaio 2014

sbv-stagione-2014
intervalla-insanie-banner banner-musicalbox-live-390-archivio-videoterzo-settore-bannermangia-come-parli

ditutto

net-ability

numero-verde-acool-galatina