Strict Standards: Declaration of AceSEF_com_contact::catParam() should be compatible with AcesefExtension::catParam($vars, $real_url = NULL) in /home/inondazigo/www/galatina2000/administrator/components/com_acesef/extensions/com_contact.php on line 247
Solidarietà con il popolo giapponese - Lettere al Direttore - Galatina2000 - Quotidiano Indipendente di Galatina e del Salento

Solidarietà con il popolo giapponese

Save-japanCaro Direttore, le rubo due righe della Sua splendida testata per proporre un’idea all’Amministrazione cittadina. Sarebbe bello se la città si proponesse, già dalla prossima estate, nei confronti dell’ambasciata giapponese in Italia, quale luogo per ospitare i bimbi giapponesi; che, come abbiamo visto tutti in questi giorni, sono vittime di un disastro senza precedenti. Nello scriverle questa lettera mi sono documentato su internet. Dalle ricerche fatte risulta, infatti, che i bambini sono soggetti più colpiti dagli effetti delle radiazioni, a causa della velocità dell'accrescimento cellulare e dell'abbassamento delle difese immunitarie. La contaminazione avviene soprattutto attraverso gli alimenti prodotti nelle aree radioattive e consumati dalla popolazione locale. L’ospitalità in luoghi non contaminati e l’assunzione di cibi privi di radionuclidi per un mese o meglio per due significa dar loro un’opportunità di ridurre notevolmente la quantità di radioattività assorbita nell'organismo, I dati scientifici a disposizione dimostrano che dopo un soggiorno di almeno 30 giorni in Italia (periodo minimo utile), i bambini di Chernobyl hanno perso dal 30% al 50% del cesio-137 assorbito (il radionuclide più presente nell'organismo dei bambini contaminati, con punte di riduzione oltre il 70% l'80% con almeno 55 giorni di permanenza), riducendo così la possibilità di ammalarsi di tumori, leucemia ed altre patologie collegabili alle conseguenze della radioattività: ad una minore dose corrisponde infatti un minore rischio. Cordialità Lettera Firmata

Caro amico, di certo questa lettera sarà letta da chi di competenza. Pertanto mi auguro che da parte di tutti ci sia l’impegno, come in altre occasioni, di esprimere una fattibile solidarietà nei confronti della popolazione giapponese colpita da un dramma senza precedenti. T.M.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Commenti  

0 #1 g 2011-03-18 13:49
G come Giappone,un popolo veramente encomiabile!!!!
Quanta,gente deceduta.....
Quanta,devastazione.......
Ma,il popolo giapponese sapra'organizza rsi in modo coraggioso ricostruira'tut to in poco tempo,e sara'sempre una potenza mondiale di un certo spessore!!!!
FORZA POPOLO GIAPPONESE,GALA TINA ti e'vicina!!!!
Massima solidarieta'!!! !
0 #2 risposte??? 2011-03-19 12:57
http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/notizia.php?IDNotizia=412784&IDCategoria=1
0 #3 avrei......... 2011-04-05 22:24
Avrei una idea grande-grande.....
Una maglietta scritta in giapponese-sale ntino.....o a dir poco galatinese.....
VI STIAMO VICINI....SEMPRE.....
QUANTE PIU'MAGLIETTE VENDUTE,si potrebbero vendere?
come ha fatto il fantasista della Juventus Alex Del Piero......
il ricavato a quelle povere creature.....
vedete un po'che si puo'fare.....

TPL_BEEZ5_ADDITIONAL_INFORMATION

Ambiente, veleni, tumori nel Salento. Noha 8 gennaio 2014

sbv-stagione-2014
intervalla-insanie-banner banner-musicalbox-live-390-archivio-videoterzo-settore-bannermangia-come-parli

ditutto

net-ability

numero-verde-acool-galatina