Strict Standards: Declaration of AceSEF_com_contact::catParam() should be compatible with AcesefExtension::catParam($vars, $real_url = NULL) in /home/inondazigo/www/galatina2000/administrator/components/com_acesef/extensions/com_contact.php on line 247
Sempre più crisi e sempre più aumentano i prodotti di prima necessità - Lettere al Direttore - Galatina2000

Sempre più crisi e sempre più aumentano i prodotti di prima necessità

paneCaro direttore, leggo che (analisi Borsa Merci Telematica Italiana) da ottobre a oggi il prezzo del grano è aumentato quasi del 30% e mi ritengo fortunato perché il costo del pane a Galatina è aumentato solo del 20%. Ho inforcato gli occhiali e mi sono accorto, guardando con maggiore attenzione che il prezzo del grano è aumentato da 310 a 390€, a tonnellata. Mi è venuta una curiosità: ma quanto grano c’è in un chilo di pane? Fonte Wikipedia, tra il 30 ed il 40%.

Ho preso la calcolatrice: quindi con il nuovo prezzo del grano, un chilo di pane costa circa 28 centesimi di € per il costo del grano, ma il prezzo è aumentato di 60 centesimi al chilo!!!!

Ora, detto che a Galatina ci sono forni che producono vere delizie, prodotti di cui possiamo andare fieri, noi consumatori e loro produttori, perché ci trattano come idioti e non ci dicono che il prezzo del pane è aumentato perché è buono e solo loro lo sanno fare o qualche altra motivazione ragionevole?

Ah, dimenticavo, alcuni forni la mattina dovrebbero esporre un cartello tipo la dicitura delle macchinette automatiche del caffè, “Non da’ resto”, pare che nottetempo spariscano le banconote da 5€, ma anche le monete “grosse”, consiglio di andare a comprare il pane con i soldi contati, anche se con questi ritmi di aumento, il problema durerà ancora poco, poi lo pagheremo con bancomat e assegni.

Lettera firmata

Carissima, l’annotazione che Lei fa è puntuale. Purtroppo quando mancano i controlli può accadere di tutto. Ma soprattutto le persone poco attente non comprendono le vere motivazioni. Più o meno come è capitato con l’ingresso dell’euro. Molti ancora sono convinti che gli aumenti sono dovuti alla nuova moneta. Nessuno ha riflettuto sul fatto che i controlli sono stranamente mancati e i commercianti, con la scusa delle tasse hanno portato i prezzi “1 a 1”. Ricordate il caffè passo da 1000 lire ad 1 euro e i “tutto mille “ a “tutto un euro”. Come è strano il paese in cui viviamo, guardiamo sempre la punta del dito, mai oltre. Ora speriamo che almeno il pane lo continuino a pesare sulla bilancia normale e non sul bilancino da orefice.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TPL_BEEZ5_ADDITIONAL_INFORMATION

Ambiente, veleni, tumori nel Salento. Noha 8 gennaio 2014

sbv-stagione-2014
intervalla-insanie-banner banner-musicalbox-live-390-archivio-videoterzo-settore-bannermangia-come-parli

ditutto

net-ability

numero-verde-acool-galatina