Strict Standards: Declaration of AceSEF_com_contact::catParam() should be compatible with AcesefExtension::catParam($vars, $real_url = NULL) in /home/inondazigo/www/galatina2000/administrator/components/com_acesef/extensions/com_contact.php on line 247

Strict Standards: Non-static method AcesefCache::_setExtension() should not be called statically in /home/inondazigo/www/galatina2000/administrator/components/com_acesef/library/cache.php on line 98
Lettera di un artigiano riveduta e ampliata - Lettere al Direttore - Galatina2000 - Quotidiano Indipendente di Galatina e del Salento

Lettera di un artigiano riveduta e ampliata

artigianiCaro Direttore, ho deciso di rivedere e ampliare una mia lettera gia scritta qualche tempo fa, per  spiegare la mia contrarietà verso tutti quelli che vogliono le dimissioni del sindaco anche dopo gli ultimi eventi (ultimo consiglio comunale). Se arriveremo a dimissioni devono farlo tutti specialmente i segretari e gli attuali rappresentanti di partito sia di maggioranza che di minoranza. Fermatevi a pensare un po’ cosa succederà con le dimissioni del sindaco in questo momento? Blocco delle attività amministrative per almeno 1 anno e ½, comparti bloccati (EDILIZIA BLOCCATA), artigiani in fuga verso altra realtà  O IN CHIUSURA (e non torneranno indietro), commercianti già in difficoltà economica. RICORDA CHE SIAMO IN PIENO PERIODO DI CRISI E SE NON MANTIENE LA PRODUZIONE LOCALE  SIAMO PERSI. NON CREDETE ALLE NOTIZIE CHE SENTIAMO AI TG, CHE TUTTI STANZIANO SOLDI PER LA CRISI, VI POSSO ASSICURARE CHE LE ATTIVITA' PRODUTTIVE QUEI SOLDI E QUELLA RIPRESA (SIA NAZIONALE CHE REGIONALE) NON LI HANNO MAI VISTI, NE LI VEDRANNO. LE BANCHE HANNO TAGLIATO I VIVERI A TUTTI. Ora proviamo ad immaginare la crisi della piccola impresa (che abituata alla ristrettezza economica e ancora sta mantenendo qui da noi e  posso assicurare che ormai è questione di giorni) che manda a casa senza stipendio e cassa integrazione i sui dipendenti di Galatina (abbiamo già qualche esempio) che magari hanno stipulato un mutuo, hanno utilizzato il credito a consumo  e hanno moglie e bambini a carico. Bene se lo avete immaginato ora ditemi dove  li manderemo a mangiare. Visto che qualcuno a livello nazionale  ha detto che nessuno rimarrà da solo. Vi invito ad affacciarvi alle parrocchie e vedere oggi chi va a chiedere un contributo per sopravvivere.E’ il ceto medio. Non li vedete perchè è gente che ha sempre lavorato e al contrario dei “politici odierni” hanno una dignità e si vergognano, ma esistono e sono in crescita. I  dipendenti non arrivano neanche alla terza settimana, prova ne sia i supermercati e gli ipermercati sono  vuoti sino al 27 del mese, sono ricomparsi all’interno dei negozi di quartiere i libricini di credito per l’acquisto di prodotti alimentari di  prima necessità. Bene se ora a Galatina non si trova un accordo tra maggioranza e minoranza per superare la crisi si ferma anche il locale, la vita economica di Galatina morirà subito e con lei i suoi operatori e soprattutto i suoi addetti. Il piccolo imprenditore (serio) è come un padre di famiglia, che quando non c'è da mangiare, lui non mangia, ma dà da mangiare a moglie e figli (dipendenti e famiglie) finchè  ci  riesce (non scappa o dice arrangiatevi o mangerete fra un anno e mezzo). L'intero Consiglio Comunale di Galatina in questo momento  dovrebbe essere un piccolo imprenditore (serio) e far sopravvivere moglie e figli. Io sono un  umile ARTIGIANO con 1 moglie e 18 figli voraci.  Stavo quasi per dimenticare ho solo 1 nonna ancora in vita per attingere dalla sua pensione insieme a 24 discendenti. Se ho torto convincimi  del contrario,  io mi fermo a confrontarmi e ad assumere le responsabilità sulla mia pelle (come tutti gli imprenditori seri) non su quella di altri come tutti i “politici di oggi”. Ringrazio Galatina Altra per l’impegno assunto nella vicenda  “depuratore” (almeno qualcosa si muove) ed invito tutti gli interessati a dare un’occhiata al documento allegato che testimonia come tutti gli addetti (datori di lavoro, istituzioni e sindacati dei lavoratori) evidenziano la crisi  economica in atto. Invito ancora istituzioni, associazioni, rappresentanti dei cittadini (di minoranza e di opposizione) ad indire una tavola rotonda per discutere del problema prima che sia troppo tardi (ultimamente alcuni miei colleghi hanno anticipato le ferie e non sanno se riapriranno in autunno).      Lettera firmata
icon CRISI DEL SETTORE INDUSTRIALE


Carissimo Artigiano
la risposta alla precedente vale ancora, intanto qualcuno si è dimesso,  ma sinceramente non so se gioire. Parli che "supermercati e gli ipermercati sono  vuoti sino al 27 del mese" intanto ne nascono di nuovi sul nostro territorio. E' cosa buona? Non sò, ormai sono davvero poche le certezze. Solo qualcuno pensa, resuntuosamente, di avere la formula giusta, ma sino ad oggi queste formule non sono servite a migliorare la nostra Città. T.M.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Commenti  

0 #1 Catone 2009-07-08 20:26
Mi chiedo: ma se chi ha scritto la lettera ritiene che un'amministrazi one cittadina possa fare tanto per favorire lo sviluppo dell'economia cittadina, come mai non si è chiesto perchè sino ad oggi non abbia fatto nulla?
Se lo avesse fatto credo che invece di invitarli a restare attaccati alla poltrona li inviterebbe a lasciarla al più presto possibile.
0 #2 luigi 2009-07-09 11:04
Perche se la lettera è firmata non compare il nome??mi sa tanto che se le scritta il sindaco o gliela fatta scrivere il sindaco a qualcuno dei suoi..non vedo come il sindaco e gli attuali politici locali potrebbero far ripartire l'economia galatinese, a maggior ragione visto che nulla si è messo da tre anni a questa parte, come mai adesso dovrebbe esserci una inversione di rotta cosi radicale come auspicato dal nostro artigiano?bohh. .un fatto è certo che un'amministrazi one (di centro sinistra) mantenuta dal centro destra non ha più senso di esistere, tutti via e ad aprile del 2010 nuove lezioni democratiche (appena 6 mesi di commissariament o e non 1 anno 1/2 come sostenuto dall'amico artigiano)
0 #3 un artigiano 2009-07-09 13:10
secondo lei sig. luigi il prossimo sindaco incomincerebbe ad amministrare da subito? e ad aprire i cantieri fra 6 mesi.Beato lei che sogna. Io non dico di non andare alle elezioni, ma di evitare il commissariament o. Andare alle elezioni sempre ad aprile(se secondo lei è possibile) ma risolvere i problemi della gente in contemporanea. Se i problemi non li sanno risolvere i padroni di casa figuriamoci l'affituario a tempo determinato. Mio padre mi ha insegnato l'umilta' e non l'arroganza specie nei confronti con altre persone. Con questa lettera io ho espresso il mio pensiero e quello dei miei colleghi con cui mi sono confrontato. Il suo peniero non lo leggo, ma leggo solo illazioni e sospetti. Non leggo le sue proposte. Io ho scritto quello che vedo in giro e ho fatto un appello a tutte le forze politiche per trovare una soluzione in tempi rapidi. Se poi lei pensa che la lettera scritta è fasulla lasci l'indirizzo e l'ora a cui pranza o cena così sapro' dove e quando mandare i miei "Figli" e quelli dei miei colleghi a mangiare. Se lei vede in giro un'altra situazione, mi dica dove gira, io verro' a girare con lei in quei luoghi incantati. Grazie in ogni caso di aver letto quello che ho scritto.

TPL_BEEZ5_ADDITIONAL_INFORMATION

Ambiente, veleni, tumori nel Salento. Noha 8 gennaio 2014

sbv-stagione-2014
intervalla-insanie-banner banner-musicalbox-live-390-archivio-videoterzo-settore-bannermangia-come-parli

ditutto

net-ability

numero-verde-acool-galatina