Strict Standards: Declaration of AceSEF_com_contact::catParam() should be compatible with AcesefExtension::catParam($vars, $real_url = NULL) in /home/inondazigo/www/galatina2000/administrator/components/com_acesef/extensions/com_contact.php on line 247
Ci siamo illusi! - Lettere al Direttore - Galatina2000 - Quotidiano Indipendente di Galatina e del Salento

Ci siamo illusi!

pio-albergo-tivulzioCarissimo Direttore, ci risiamo. Sul Quotidiano del 16 Febbraio 2011 è uscito un articolo intitolato Galatone : “Concorsi contestati a Palazzo, guerra a colpi di manifesto” che inizia con la non troppo sibillina frase “La torta non è stata divisa bene”. Il 18 febbraio 2011 è uscito un ‘altro articolo sempre sul Quotidiano e sempre sullo stesso discusso argomento.

Infatti sono in atto tre concorsi al Comune di Galatone per un totale di 6 posti con diversi profili, si sono già espletate le prove scritte ma pare che sia tutto fermo…in attesa che si mettano d’accordo a chi assegnare i posti, a quanto pare. Tra l’altro alcuni componenti le tre commissioni sono le stesse persone di cui ho recentemente scritto sul “concorso farsa” di Soleto (dove la torta se la sono divisa bene…). E la storia si ripete: ora però bisogna dare il posto a parenti stretti e amici di persone vicine ai vertici del Comune di Galatone, e ci si scambia il favore…….CHE VERGOGNA!!!!!!  Ma la cosa più grave è che il cittadino è privo di tutela davanti a questi “signori” che fanno i loro comodi calpestando i principi di imparzialità, buon andamento e chi più ne ha più ne metta. Giovani e “veterani” come me dei concorsi, laureati e preparatissimi, mettevi l’anima in pace: se non siete parenti o amici di qualcuno che manovra i fili dell’amministrazione, non c’è alcuna possibilità. Carla Casolari

Carissima Carla ricordi come iniziò il declino della cosiddetta “prima repubblica”? Il tutto parti con il caso del Pio Albergo Trivulzio”. È notizia di questi giorni che il “Pio Albergo Trivulzio” torna agli onori della cronaca. Come dire non è cambiato nulla. Ci siamo illusi, e ci hanno preso in giro. Siamo impotenti di fronte ai baroni della politica, ma soprattutto siamo comandati da gente che più che la CULTURA DEMOCRATICA conosce ed attua la “coltura (con la o)degli interessi personali”. E questo, ahinoi, a tutti i livelli. Un saluto T.M.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Commenti  

0 #1 Fabiola 2011-02-21 18:15
cONDIVIDO APPIENO TUTTO CIO' CHE SCRIVI CARLA...POSSO DIRE CHE "IO C'ERO" TRA GLI ASPIRANTI E "NON C'ERO" NELLA LISTA DEI RACCOMANDATI... .ED ECCOMI QUI.iN QUESTO graaaaaaaande SALENTO DI ELITE E PARENTI!
0 #2 Fiducioso 2011-02-21 18:30
Signori se avete visto qualche cosa che non andava nell'espletamen to dei concorsi non abbiate paura a presentare un esposto alla Procura della Repubblica di Lecce, affinchè si possa far luce su eventuali comportamenti illegittimi.
Bisogna avere fiducia nella Magistratura.
0 #3 galatinese 2011-02-21 18:45
ha ragione sig. Fiducioso ma un ricorso al TAR costa tantissimo. Ciò però non deve far desistere nel lottare...
0 #4 carla 2011-02-21 18:46
@fiducioso
purtroppo non è così semplice, e non si dovrebbere ricorrere alla Magistratura se le leggi venissero applicate. Ricorsi, esposti ed eventuali cause inoltre comportano dei costi che non tutti possono sostenere a fronte di un esito incerto e verso un "avversario" difeso da principi del foro pagati in ultima istanza sempre dai cittadini. Comunque gli esposti ci sono stati....ma alla fine il risultato non cambierà. Anche io avevo fiducia nelle Istituzioni, non mi rassegnavo a questo stato di cose, ma devo amaramente prendere atto di una situazione generale in cui il rispetto delle regole, l'onore, l'integrità, sono ormai parole vuote, e che le persone che dovrebbero gestire e tutelare gli interessi dei cittadini, pensano solo a riempire le proprie tasche e accontare i loro parenti ed amici. Scusami per lo sconforto e comunque non perdere la fiducia, perchè finchè ci sono persone che hanno fede e credono che le cose possano cambiare, forse esiste ancora un barlume di speranza.
0 #5 Fiducioso 2011-02-21 19:49
Ragazzi non disperate... io non parlavo di ricorso al Tar, ma di segnalare eventuali comportamenti illeciti alla Magistratura penale che nel momento in cui ha notizia di un reato ha l'obbligo di esercitare l'azione penale... E' così che si svegliano le coscienze, non rivolgendosi al politico compiacente o all'amico del polito per ottenere un posto di lavoro che spetta di diritto a chi è in possesso dei requisiti richiesti. Un grosso in bocca al lupo e ricordatevi che esiste sempre un barlume di speranza quando si ha la coscienza a posto...
0 #6 s 2011-02-23 11:03
S come suntu tutti na MA...A,grande grande......
Il processo,che Brunetta voleva apportare,non lo riesce a portare qui in questo lembo di terra......
LECCAC....I,quanti nne vvvuliti,si continua a fare questo tipo di comportamento,m a se un giorno tutti,tutti chiamassimo per sm.....e striscia la notizia......Fa bio e Mingo.....chiss a'con il fatto di entrare nell'etere..... .
0 #7 don chisciotte 2011-02-23 12:48
mi spiace carla,ma quello che tu hai verificato sulla tua pelle,purtroppo non è l'eccezione,ma la regola.la corsa al potere in qualsiasi forma e dimensione,rice ve la spinta proprio da questo.una volta raggiunta la possibilità di gestione,lo fanno come se fosse un cosa di loro proprietà,condi zionando la vita delle persone a loro piacimento.e quello che mi fa incazzare è che continuiamo a essere convinti di vivere in un paese democratico.for se solo perchè ti danno la possibilità di sfogarti,ma a che serve,se non a far aumentare la rabbia,visto che non cambia niente ugualmente.pens o che ormai siamo vicini al fondo anche noi,manca solo l'ultimo atto,che ci sparino addosso.coraggi o carla,cerca almeno di evitare le pallottole.
0 #8 carla 2011-02-23 15:56
@don chisciotte: concordo in pieno e mi sento davvero "sotto tiro" in questa pseudo-società in cui viviamo....e poi è vero, l'unica cosa che ti è concessa è lo sfogo....ma come diceva Pavese, si smette di essere bambini (non anagraficamente , ma nello spirito, conservando quella leggerezza, giocosità e fiducia che solo i bambini hanno) quando si capisce che raccontare un dolore lascia il tempo che trova...ed è ciò che succede a me....non mi da più alcun sollievo nemmeno lo sfogo.
0 #9 wakan 2011-02-26 16:45
e se cominciassimo a sparare noi?

TPL_BEEZ5_ADDITIONAL_INFORMATION

Ambiente, veleni, tumori nel Salento. Noha 8 gennaio 2014

sbv-stagione-2014
intervalla-insanie-banner banner-musicalbox-live-390-archivio-videoterzo-settore-bannermangia-come-parli

ditutto

net-ability

numero-verde-acool-galatina