Due truffatori telematici smascherati dalla Polizia

truffa on lineNei giorni scorsi, a seguito di un’indagine condotta dagli agenti del Commissariato di Gallipoli insieme ai colleghi del Commissariato di Termoli, sono stati individuati e denunciati all’Autorità Giudiziaria di Larino due truffatori della località molisana, P. G., del ’90 e M. M., del ’91, già noti agli organi investigativi locali per condotte similari.

Un signore, presentatosi presso il Commissariato ionico, riferiva di temere di poter essere vittima di una tentata truffa. In particolare, avendo intenzione di vendere tramite un sito internet un noto elettrodomestico da cucina, era stato contattato da un potenziale acquirente presentatosi come Francesco, il quale gli aveva detto di voler effettuare il pagamento tramite bonifico bancario, chiedendogli di spedire il pacco via posta, richiedendo a sua garanzia fotocopie dei documenti d’identità, codice IBAN ed altre credenziali del venditore.

Dopo un paio di giorni quest’ultimo riceveva via mail copia del presunto bonifico effettuato dal sedicente Francesco, il quale a quel punto sollecitava insistentemente la spedizione del pacco all’indirizzo da lui fornito, arrivando a minacciare in caso contrario una denuncia ai suoi danni, inviando altresì fotocopie dei suoi presunti documenti d’identità.

Insospettito da alcuni particolari emersi durante la trattativa, tra cui la difformità tra l’indirizzo di spedizione indicato e quello risultante dalla copia del documento inviatogli, il venditore, indeciso sul da farsi, si presentava presso gli uffici del Commissariato.

In effetti, dai successivi accertamenti effettuati dagli agenti, emergeva la falsità dei documenti e del bonifico.

I due truffatori rimanevano però sino a quel momento senza una reale identità. Da qui l’idea di simulare di dar corso comunque alla trattativa simulando la spedizione dell’elettrodomestico, controllarne la consegna, richiedendo l’ausilio dei colleghi del Commissariato di Termoli. Confezionato il pacco, contenente un bel po’ di carta pressata, veniva inviato all’indirizzo indicato, ed in seguito, presso la sede dell’agenzia di spedizione e ritiro plichi, sito nella zona industriale di Termoli, dove il pomeriggio del 20 dicembre, i due truffatori seriali, presentatisi per ritirare il pacco, venivano accolti dagli agenti del Commissariato.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TPL_BEEZ5_ADDITIONAL_INFORMATION

Ambiente, veleni, tumori nel Salento. Noha 8 gennaio 2014

sbv-stagione-2014
intervalla-insanie-banner banner-musicalbox-live-390-archivio-videoterzo-settore-bannermangia-come-parli

ditutto

net-ability

numero-verde-acool-galatina